works

In questo romanzo autobiografico Vitaliano Trevisan racconta il lavoro e lo fa a partire dalla sua prima volta, a quindici anni, in un'officina che stampava lamiere per abbeveratoi. Nato e cresciuto in provincia di Vicenza, in quel Nordest che spesso fa del lavoro una religione (e del denaro la sola divinità pagana accettata), l'autore scandaglia le mutazioni del nostro paese dagli anni Settanta agli Zero; ecco che così il lavoro diventa un filtro per analizzare non solo le mutazioni dell'Italia ma anche una lente in grado di esplorare aspetti più privati: anni schiacciati fra politica ed eroina, la storia di un amore finito e le contraddizioni insite nel mondo della cultura. 
Una storia di vita fatta di false partenze che portano sempre a qualcosa, la storia della propria famiglia e di ogni famiglia perché qualsiasi lavoro si svolga si finisce poi sempre per obbedire alle stesse leggi di mercato.

Works - Vitaliano Trevisan (Einaudi)

 

Alice, 23 luglio 2018