7

Se la scrittura cerca da sempre di restituire la verità delle vite narrate nei romanzi, l'opera di García rappresenta la volontà di scrollarsi di dosso quel lirismo auto-referenziale e spesso limitante proposto dal racconto di un'esistenza sola. 
In una dimensione a metà fra il distopico e il fantastico, l'autore esplora e dà nuova linfa allo spazio della fiction, moltiplicando all'infinito le potenziali vite dei protagonisti del romanzo. Sei racconti in una cornice, sei possibili verità che possono essere una sola ma forse anche il doppio, per non dimenticare quanto fragili e soggettive, e alla fine vane, possano essere le nostre categorie di realtà ed esistenza. 
Un romanzo caleidoscopico, in grado di aprirsi come una spirale, un libro lisergico capace di cancellare tutte le certezze e le convinzioni che si fondano sull'io, un racconto che non è uno ma forse nessuno o anche centomila.

7 - Tristan Garcia (NN edizioni)

Traduzione di Sarah De Sanctis

Alice, 02 luglio 2018