Felici i felici

"La complessità umana non si riduce ad alcun principio di causalità. Chissà, forse senza quegli anni di silenzio avrei avuto il coraggio di affrontare l'abisso di una relazione che mescoli il sesso e l'amore. Chi può dirlo?"

"Felici gli amanti e gli amati e coloro che possono fare a meno dell'amore", dice Borges. Ma se gli amanti sono solo ombre che scivolano nel buio e gli amati inseguono le ombre, invano? E se, nel buio di se stessi, nessuno può veramente fare a meno dell'amore, chi potrà mai essere felice? 
In un romanzo corale, fatto di voci spezzate che raccontano frammenti della quotidianità, Yasmine Reza invoca nuovamente il dio del massacro: al centro della scena, lo psicodramma della vita di coppia e del suo sottobosco di incomprensioni, disillusione e aspettative disattese; i protagonisti, collegati fra loro dai famosi sei gradi di separazione, fanno delle proprie vite trame pericolose, intrecciando solitudine e risentimento.

Felici i felici - Yasmina Reza, traduzione di Maurizia Balmelli (Adelphi)

Alice, 28 gennaio 2019