A Milano non fa freddo

Nella settimana di BookCity il nostro libro non poteva essere che questa raccolta di Giuseppe Marotta. Pubblicati per la prima volta da Bompiani nel 1949, sono racconti che parlano di una Milano che non esiste più, con una scrittura delicata ed elegante, a volte ironica ma mai cinica. Istantanee malinconiche di una città vista attraverso gli occhi affascinati e a volte intimiditi di un immigrato partenopeo a cavallo fra le due guerre. Ci sono le vetrine di Buenos Aires e l’allegria di Porta Venezia, il mistero di Porta Romana e il Naviglio che sonnecchia in Francesco Sforza. C’è tanta povertà, c’è la vita agra che affatica le giornate ma che viene, sempre, riscaldata dal riconoscimento della comune condizione umana, ed è per questo che a Milano non fa mai davvero freddo. 

A Milano non fa freddo di Giuseppe Marotta (ed. Unicopli)

Arianna, 12 novembre 2018